Un mito sfatato, anzi due: la bellezza e l’amore

Fin da piccole ci è sempre stato insegnato che per una donna l’aspetto fisico è tutto, se non tutto, quasi tutto.
Quando apriamo una rivista, quest’immagine viene costantemente rafforzata, non tanto perché la bellezza sia qualcosa di brutto, anzi, ma perché di modelli di bellezza propinati ce ne sono pochi, pochissimi.
Ce n’è uno dominante e poi tutta la schiera di donne sul pianeta che cerca di adeguarsi a questo modello.
Con tanta fatica e sappiamo con quanta fatica. Immaginatevi la varietà di donne su questo pianeta, alte e basse, magre e grasse, bianche e nere, per citare proprio le dicotomie più comuni.
Chiudete gli occhi ed immaginatevi, come fanno tutte queste donne a entrare in questi pochissimi modelli di bellezza e a soddisfarne i criteri di magrezza, pallore, giovinezza, impeccabilità ed eleganza?
Con tanta fatica, energia, dispendio di denaro e noi ne sappiamo qualcosa.
Rimanesse il tutto confinato solo in un piccolo ambito ristretto della vita di una donna, direi che non sarebbe poi questo grande dramma, ma purtroppo non è così.
Non rimane confinato nella 4 mura della mia stanza perché questo diktat me lo porto dietro, come donna, anche nella mia vita amorosa e sentimentale.
Dove c’è spesso, se non quasi sempre l’accoppiamento tra bellezza e amore, vale a dire più una donna è attraente, e giovane aggiungerei, più chance ha di avere un uomo, essere corteggiata e essere felice.
Adesso da qualche parte dentro di noi sappiamo e sentiamo che non può essere proprio cosi e finire proprio cosi.
Che vita crudele sarebbe questa, che confinerebbe noi donne come delle icone vuote su degli altari ancora più vuoti, di immagini di bellezza che passano e vengono come le foglie sulle strade. Senza direzione, senza un tronco e sempre pronte ad appassire.
Se così fosse, perché non tutte le attrici, modelle e star sono felici in amore?
Anzi spesso sono prede loro stesse di chissà quali incantesimi strani di infelicità!
Certo se non avessi iniziato a farmi delle domande sarei ancora quella foglia a svolazzare di qua e di la, nella speranza di chissà che cosa.
Ma attenzione non finisce qui questa storia. Inizia anzi qui il bello!!
Perché ve ne racconterò delle belle.
Sul diktat della moda e del modello dominante di bellezza dirò poco. Basta guardare la natura per capire che l’universo non ha creato una razza, ma tante, non ha creato un albero, ma migliaia di tipi diversi, non un cane, ma quante razze diverse!
Non c’è bisogno di essere un botanico per vedere questa ricchezza di forme, colori e varietà.
Un sintomo della bellezza è la varietà e la ricchezza. Immaginatevi un mondo di soli rottweiler.
Tutti i giorni, per strada, solo rottweiler. In pullman, in ascensore e negli appartamenti.
Dove sarebbero i bassottini che io adoro tanto? Tutti i cani di razza meticcia, che ogni volta non si sa che cosa ne esce alla fine del parto?
Quando riusciamo ad abbracciare il fatto che facciamo parte di questa varietà e ricchezza voluta dall’universo c’è qualcosa dentro di noi che si rimette a posto e fa pace.
Anzi vi dirò di più, vi lancio una sfida enorme da accettare.
Ci sono tanti modelli di bellezza, quante donne ci sono su questa terra.
Ogni donna che si ama per quello che è, è e diventa per se un modello di bellezza.
Per se, non un modello di bellezza per gli altri. Perché è UNICA e lo sa riconoscere, per cui lo vive e lo mette fuori.
Come si muove, come si veste, i colori che usa, ogni cosa parla di lei. Non è casuale eppure è spontaneo.
Soprattutto non è copiato, non è rigido, perché deve rientrare in uno schema di peso, taglio di capelli, rossetto, vestito o in un’età.
Ma la storia non finisce qui, ve l’avevo detto. Alcune diranno, si in fin de conti lo sapevamo. Meglio, ne sarei solo felice.
Ma parlerò per un attimo dell’accoppiamento, del binomio amore- bellezza, perché vi invito ad accettare un secondo mito che cade.
E questo supera di gran lunga il primo. Siete pronte per riceverlo? Siete sedute?
Questo solo mito crollato potrebbe cambiare per sempre d’ora in poi, la concezione di voi, delle vostre relazioni con gli uomini e la visione degli uomini stessi.
L’ATTRAZIONE DI UN UOMO NEI CONFRONTI DI UNA DONNA SI BASA SOLO
AL 10% SULL’ASPETTO FISICO
AL 90% SULL’ATTRAZIONE EMOZIONALE
Avete capito? Avete letto bene?
Io che ho passato una vita intera a correre dietro a miti di bellezza vacui, mi sono cadute le mascelle.
Ho investito così tanto tempo sul cavallo sbagliato, passatemi questa allegoria maschile, in un contesto, che dovrebbe essere squisitamente femminile, quella del Magnetismo Femminile, ahimè, che all’inizio non ci volevo credere. Ero incredula.
Eppure tutto faceva cosi senso, perché tanta gente che in apparenza non era bellissima (chiaramente quando non si è ancora capaci di cogliere la bellezza in ciascuno) stava con gente bellissima o del perché le star sono spesso sole o semplicemente perché io ero sola e dei miei fallimenti con gli uomini.
Quante belle notizie di fine anno.
Ognuno è una perla di bellezza unica. Già non è poco, se siete capaci di accettare questa verità come dono e regalo dell’universo.
Gli uomini sono interessati solo molto, molto superficialmente all’aspetto fisico.
Meno male, vi confesso se dovevo stare dietro a tutte le mie apparenti “imperfezioni” nel fisico, non mi sarebbe rimasto neanche un minuto per amare un uomo, per com’ero prima, ve lo posso giurare e assicurare, mettere per iscritto.
Mi sono sentita sollevata di una tonnellata.
Queste due verità hanno cambiato tutta la mia vita.
Non mi restava che capire e lavorare sull’ultimo aspetto, l’Attrazione Emozionale.
Ho scoperto cos’è quest’Attrazione Emozionale, come tenerla viva e come lavorare dentro di se
per rimuovere ogni ostacolo alla felicità in amore.
Ho scoperto la chiave di questa felicità, che vi posso già anticipare è comunque dentro di voi, ma
condividere la vostra felicità con un uomo, siete d’accordo è un’altra storia che da sole, noooo?
Perché in ultima istanza la cosa più importante è l’Amore e come donne ne sappiamo qualcosa.
E con l’augurio di un Anno 2016 pieno di AMORE vi saluto e vi abbraccio.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *